L'irresponsabile decisione.

  • gaetanodb
    73 messaggi
    Italia
    Cari amici del club ben trovati.
    Tanto per tenere informati i miei vecchi amici che ho chiuso il conto con PayPal, non per il fatto che ora c'è il sistema Delcampe Pay, ma per la terza volta, nonostante le schiaccianti prove che io ho assolto ai miei doveri per la protezione acquisti/vendite, caparbiamente PayPal mi ha penalizzato, trattenendo l'intero importo pagato dal compratore imbroglione. A tal sentenza ho presentato anche formale ricorso, ma tempestivamente hanno confermato la loro illegale decisione.
    Ecco il motivo che i miei amici ed eventuali nuovi, se vogliono ancora onorarmi della loro visita e deporre la loro fiducia su questo vecchietto di appena 86 anni, che saluta tutti con sincero sentimento di AMICO.
  • giapoz49k
    1.300 messaggi
    Italia
    mi sembra strano . . .

    è capitato anche a me,
    ma a causa dell'indirizzo (del destinatario a cui ho inviato) non corrispondente a quello depositato in PayPal;
    in quel caso sono stato un pollo;
    da allora, controllo sempre che gli indirizzi siano identici e diversamente, dopo aver segnalato, spedisco SOLO a quello di PayPal;

    se non è così, spiega le motivazioni di questa trattenuta ingiustificata (?),
    altrimenti è una segnalazione inutile;
    ciao, Gianpiero
  • roma77
    53 messaggi
    Italia
    in effetti la raccomandata risulta non consegnata ed ancora in lavorazione negli USA dove è arrivata il 23/2/19. credo che abbia ragione giapoz sulla storia dell'indirizzo e cioè che presso paypal sia depositato un indirizzo diverso.....comunque che il venditore faccia ancora in tempo a chiedere il risarcimento alle poste italiane
  • giocardc
    3.075 messaggi
    Italia
    in effetti la raccomandata risulta non consegnata ed ancora in lavorazione negli USA dove è arrivata il 23/2/19. credo che abbia ragione giapoz sulla storia dell'indirizzo e cioè che presso paypal sia depositato un indirizzo diverso.....comunque che il venditore faccia ancora in tempo a chiedere il risarcimento alle poste italiane
    questi casi capitano sempre più spesso........qualcuno forse ci marcia pure sperando che non si facciano i controlli incrociati Delcampe/ Paypal da parte del venditore....
    Buone vendite
    Giovanni
  • docstamps
    21 messaggi
    Italia
    Nel caso in cui la spedizione vada perduta o come in questo caso resti perennemente in lavorazione, il che significa che qualcuno l'ha fatta sparire, Paypal rimborsa sempre l'acquirente a spese del venditore.L'unica consolazione è che il mittente venditore può presentare reclamo alle Poste ed attendere di ricevere un rimborso che si aggira sui 40 euro
  • giapoz49k
    1.300 messaggi
    Italia
    Nel caso in cui la spedizione vada perduta o come in questo caso resti perennemente in lavorazione, il che significa che qualcuno l'ha fatta sparire, Paypal rimborsa sempre l'acquirente a spese del venditore.L'unica consolazione è che il mittente venditore può presentare reclamo alle Poste ed attendere di ricevere un rimborso che si aggira sui 40 euro
    allora la "protezione venditori" in cosa consiste ?
    a seguito della contestazione dell'acquirente,
    PayPal chiede la prova della "spedizione registrata",
    una vota presentata, sei a posto.

    solo se l'indirizzo non corrisponde o non giustifichi la spedizione registrata,
    viene congelato il tuo conto per l'importo corrispondente.
    Gianpiero
  • docstamps
    21 messaggi
    Italia
    allora la "protezione venditori" in cosa consiste ?
    a seguito della contestazione dell'acquirente,
    PayPal chiede la prova della "spedizione registrata",
    una vota presentata, sei a posto.

    solo se l'indirizzo non corrisponde o non giustifichi la spedizione registrata,
    viene congelato il tuo conto per l'importo corrispondente.
    Gianpiero
    Anche io pensavo che fosse così ma mi sbagliavo.Paypal richiede che la spedizione sia tracciabile per poter verificare oggettivamente che arrivi a destinazione.Nel caso non vi arrivi rifonde l'acquirente ed il venditore può e deve rivalersi sul vettore che si occupa materialmente della spedizione, servizio postale o corriere che sia.
    In pratica tutela esclusivamente l'acquirente ma se si seguono le indicazioni di spedizione tracciabile non si rimane con il cerino in mano potendo chiedere ed ottenere un rimborso dalle Poste.
  • roma77
    53 messaggi
    Italia
    fin qui tutto facile ....... poi se il cliente vuole la posta semplice e questa si perde non c'è difesa :angryfire: ..... ecco perchè uso paypal ilmenopossibile
  • giapoz49k
    1.300 messaggi
    Italia
    sarà meglio chiarire bene questo punto :

    Link (https)

    potrebbe essere anche un caso di oggetto non conforme.
    solo Gaetano può chiarire . . . .
    Gianpiero
  • giapoz49k
    1.300 messaggi
    Italia
    Anche io pensavo che fosse così ma mi sbagliavo.Paypal richiede che la spedizione sia tracciabile per poter verificare oggettivamente che arrivi a destinazione.Nel caso non vi arrivi rifonde l'acquirente ed il venditore può e deve rivalersi sul vettore che si occupa materialmente della spedizione, servizio postale o corriere che sia.
    In pratica tutela esclusivamente l'acquirente ma se si seguono le indicazioni di spedizione tracciabile non si rimane con il cerino in mano potendo chiedere ed ottenere un rimborso dalle Poste.
    quando si riceve la "Notifica di ricezione di un pagamento" ,
    va controllata l'idoneità alla "Protezione Vendite",
    se c'è . . . . . e tutto è conforme . . . . non può essere come sostieni . . .
    Gianpiero
  • docstamps
    21 messaggi
    Italia
    quando si riceve la "Notifica di ricezione di un pagamento" ,
    va controllata l'idoneità alla "Protezione Vendite",
    se c'è . . . . . e tutto è conforme . . . . non può essere come sostieni . . .
    Gianpiero
    Ti assicuro che è così, per esperienza diretta e trasmessa a voce dal funzionario Paypal con cui ho parlato da Dublino.Accettare Paypal e spedire con posta non tracciabile ti espone sempre, spedire con posta tracciabille ti mette in parte al sicuro ma non completamente.Per importi più rilevanti bisogna spedire per assicurata se si vogliono dormire sonni tranquilli.
  • arteantico
    192 messaggi
    Italia
    Bravo, hai fatto bene, paypal è un'azienda truffa, che fa cose inammissibili, ad esempio prelevare fondi dal tuo conto o carta di credito per rimborsare. Siccome mi è capitta una cosa simile alla tua io ne ho parlato con un avvocato, ed è fuori da ogni legge, ovvero non è legalmente ammissibile che possano prelevare per rimborsare cosi, solo a loro arbitaria decisione, Arbitri sono i giudici, non paypal.
  • arteantico
    192 messaggi
    Italia
    A tal proposito segnalo all' interessato questa piattaforma messa a disposizione dalla Comunità Europea atta a risolvere le controversie per gli acquisti online.
    Potresti fare reclamo contro paypal e le sue illegali e inappellabili decisioni, sia mai che di fronte all' UE abbassino un pò la cresta e tornino a fare il loro lavoro di pseudobanca e invio denaro, e la smettessero i fare i giudici.

    Link (https)
  • gaetanodb
    73 messaggi
    Italia
    Signori, con questo messaggio spero di rispondere a tutti.
    Posso assicurarvi che io conosco bene come usare PayPal, ma è accertato che sono gli operatori che sono partigiani.
    Quando invio una raccomandata o una assicurata ad un acquirente, con indirizzo segnato in PayPal, al ritorno dall'ufficio postale, subito scrivo nella pagina addetta il seriale, onde ottenere la "protezione vendite" (sic).
    All'ardua sentenza, io ho subito fatto ricorso, allegando scansione della ricevuta di avvenuto invio della raccomandata, ma gli operatori subito hanno confermato le loro decisioni.
    Signori, io non sono un laureato o un diplomato, quindi, non conosco la lingua anglo-sassone, pertanto, mi resta molto difficile rivolgermi alla Corte Europea. Far scrivere ad un avvocato, il portafogli non basta, per soli 104,00 euro credo di aver fatto bene a chiudere l'iscrizione.
  • mastrociliegia
    210 messaggi
    Italia
    Signori, con questo messaggio spero di rispondere a tutti.
    Posso assicurarvi che io conosco bene come usare PayPal, ma è accertato che sono gli operatori che sono partigiani.
    Quando invio una raccomandata o una assicurata ad un acquirente, con indirizzo segnato in PayPal, al ritorno dall'ufficio postale, subito scrivo nella pagina addetta il seriale, onde ottenere la "protezione vendite" (sic).
    All'ardua sentenza, io ho subito fatto ricorso, allegando scansione della ricevuta di avvenuto invio della raccomandata, ma gli operatori subito hanno confermato le loro decisioni.
    Signori, io non sono un laureato o un diplomato, quindi, non conosco la lingua anglo-sassone, pertanto, mi resta molto difficile rivolgermi alla Corte Europea. Far scrivere ad un avvocato, il portafogli non basta, per soli 104,00 euro credo di aver fatto bene a chiudere l'iscrizione.
    Buongiorno Gaetano e buongiorno a tutti,
    potresti provare a contattarli telefonicamente e spiegare bene il tuo caso..

    Trovi operatori gentili e preparati, mi sono rivolto a loro per alcune problematiche e hanno risolto all'istante le questioni a mio favore.

    Ti allego uno screenshot con i numeri, ma te li devi trovare nella sezione "AIUTO" poichè serve un codice di accesso.

    Buona fortuna.

    :hello:

    Renzo
  • giocardc
    3.075 messaggi
    Italia
    quando si riceve la "Notifica di ricezione di un pagamento" ,
    va controllata l'idoneità alla "Protezione Vendite",
    se c'è . . . . . e tutto è conforme . . . . non può essere come sostieni . . .
    Gianpiero
    sono d' accordo con te, se spedisco alla persona e all' indirizzo indicato nelle notifica dell' accredto, si è coperti dalla "Protezione vendite", come da regolamento Paypal. Se la protezione vendite la deve coprire il vettore postale, come scrive "docstamps" (cosa significa che TI METTE AL RIPARO PARZIALMENTE?) riportando una dichiarazione di un funzionario Paypal, allora in cosa consisterebbe questa "Protezione vendite" tanto sbandierata da Paypal? Sarebbe solo una presa in giro nei confronti dei venditori che pagherebbero, anche tramite le commissioni che sono a loro carico, per avere anche una "Protezione vendite" che invece dovrebbe essere assicurata dal vettore Postale.
    Se la posizione ufficiale di Paypal è quella sostenuta da quel funzionario irlandese
    dovrebbero cambiare il testo del loro regolamento.
    Buon fine settimana
    Giovanni
  • gaetanodb
    73 messaggi
    Italia
    Buongiorno Gaetano e buongiorno a tutti,
    potresti provare a contattarli telefonicamente e spiegare bene il tuo caso..

    Trovi operatori gentili e preparati, mi sono rivolto a loro per alcune problematiche e hanno risolto all'istante le questioni a mio favore.

    Ti allego uno screenshot con i numeri, ma te li devi trovare nella sezione "AIUTO" poichè serve un codice di accesso.

    Buona fortuna.

    :hello:

    Renzo
    Ti ringrazio Renzo, ma io ho chiuso il conto con PayPal definitivamente perché sono recidivi di questi fenomenali errori, portandomi un aggravio di circa 500,00 euro.
  • giocardc
    3.075 messaggi
    Italia
    Anche io pensavo che fosse così ma mi sbagliavo.Paypal richiede che la spedizione sia tracciabile per poter verificare oggettivamente che arrivi a destinazione.Nel caso non vi arrivi rifonde l'acquirente ed il venditore può e deve rivalersi sul vettore che si occupa materialmente della spedizione, servizio postale o corriere che sia.
    In pratica tutela esclusivamente l'acquirente ma se si seguono le indicazioni di spedizione tracciabile non si rimane con il cerino in mano potendo chiedere ed ottenere un rimborso dalle Poste.
    Se Paypal rifonde il compratore perchè una spedizione tracciabile (e documentata
    dalla ricevuta) non arriva a destinazione non ci sarebbe nente di male se la questione finisse lì....... se invece per rimborsare il compratore Paypal riprende i soldi al venditore che avrebbe avuto il solo torto di attenersi alle condizioni poste dalla "Protezione vendite" allora la questione prende un altra piega........non è una truffa ma
    una pubblicità ingannevole sicuramente...................
  • giapoz49k
    1.300 messaggi
    Italia
    sono d' accordo con te, se spedisco alla persona e all' indirizzo indicato nelle notifica dell' accredto, si è coperti dalla "Protezione vendite", come da regolamento Paypal. Se la protezione vendite la deve coprire il vettore postale, come scrive "docstamps" (cosa significa che TI METTE AL RIPARO PARZIALMENTE?) riportando una dichiarazione di un funzionario Paypal, allora in cosa consisterebbe questa "Protezione vendite" tanto sbandierata da Paypal? Sarebbe solo una presa in giro nei confronti dei venditori che pagherebbero, anche tramite le commissioni che sono a loro carico, per avere anche una "Protezione vendite" che invece dovrebbe essere assicurata dal vettore Postale.
    Se la posizione ufficiale di Paypal è quella sostenuta da quel funzionario irlandese
    dovrebbero cambiare il testo del loro regolamento.
    Buon fine settimana
    Giovanni
    tutto esatto,
    inoltre l'assicurata è una garanzia personale in più, ma non è collegata a PayPal e non è sempre possibile;
    infatti, per il caso in oggetto non sarebbe stato realizzabile : Stati Uniti,
    ma anche (tra i tanti) verso Germania, Gran Bretagna, Canada, Australia, ecc.
    (vedere tabella Paesi ammessi per Assicurata).

    Nel caso specifico di Gaetano (protezione venditori / spedizione raccomandata / indirizzo corretto / mancata consegna),
    PayPal avrà motivato le regioni per cui ha stornato 104 € dal suo conto . . . (?)
    - conoscere tali motivazioni sarebbe MOLTO utile a tutti gli utilizzatori di PayPal -

    idem, se altri utenti hanno "casi identici" (situazioni diverse sono purtroppo plausibili)
    con uguale finale.
    Gianpiero
  • giocardc
    3.075 messaggi
    Italia
    in effetti la raccomandata risulta non consegnata ed ancora in lavorazione negli USA dove è arrivata il 23/2/19. credo che abbia ragione giapoz sulla storia dell'indirizzo e cioè che presso paypal sia depositato un indirizzo diverso.....comunque che il venditore faccia ancora in tempo a chiedere il risarcimento alle poste italiane
    se non sono cambiate le tariffe degli indennizzi (vanno calcolate ogni anno su determinati paramentri internazionali) Poste Italiane per una raccomandata diretta all' Estero e non consegnata rimborserebbe circa 33 euro (almeno 3 anni fa era così). E la differenza di circa 70 euro chi la rimborsa a Gaetano se Paypal avesse ragione ???? :question: :question: :question: :question: :question: sulla questione "Protezione vendite"? Io sinceramente sono sempre più perplesso su questo comportamento di Paypal.......
  • giocardc
    3.075 messaggi
    Italia
    tutto esatto,
    inoltre l'assicurata è una garanzia personale in più, ma non è collegata a PayPal e non è sempre possibile;
    infatti, per il caso in oggetto non sarebbe stato realizzabile : Stati Uniti,
    ma anche (tra i tanti) verso Germania, Gran Bretagna, Canada, Australia, ecc.
    (vedere tabella Paesi ammessi per Assicurata).

    Nel caso specifico di Gaetano (protezione venditori / spedizione raccomandata / indirizzo corretto / mancata consegna),
    PayPal avrà motivato le regioni per cui ha stornato 104 € dal suo conto . . . (?)
    - conoscere tali motivazioni sarebbe MOLTO utile a tutti gli utilizzatori di PayPal -

    idem, se altri utenti hanno "casi identici" (situazioni diverse sono purtroppo plausibili)
    con uguale finale.
    Gianpiero
    aspetto le 10,00 per chamare Paypal (oggi è sabato) per cercare di charire questa cosa che credo interessi tutti i venditori, voglio vedere cosa mi dicono...... prima sorpresa ... prima si poteva usare il numero verde per chiamare Paypal anche dal cellulare ........ adesso bisogna fare quello a pagamento prefisso 06..........qualche difficoltà economica di Paypal che cerca risparmi su tutti...... se continua così con la sua ambiguità di normativa ci sarà un fuggi fuggi dei Venditori non garantiti da norme farlocche......
  • giapoz49k
    1.300 messaggi
    Italia
    se non sono cambiate le tariffe degli indennizzi (vanno calcolate ogni anno su determinati paramentri internazionali) Poste Italiane per una raccomandata diretta all' Estero e non consegnata rimborserebbe circa 33 euro (almeno 3 anni fa era così). E la differenza di circa 70 euro chi la rimborsa a Gaetano se Paypal avesse ragione ???? :question: :question: :question: :question: :question: sulla questione "Protezione vendite"? Io sinceramente sono sempre più perplesso su questo comportamento di Paypal.......
    va aggiunto (giustamente) anche il costo della raccomandata;
    . . . e i tempi sono lunghi . . .
    Gianpiero
  • gaetanodb
    73 messaggi
    Italia
    L'assicurata per acquisti fino a 30-35 euro credo che sia esagerato, ma con importo superiore puoi pretendere tale spesa. Ma dove non è ammessa l'assicurata, come negli USA, Germania, Regno Unito, ecc. con PayPal ci rimetti sempre.
  • giocardc
    3.075 messaggi
    Italia
    Nel caso in cui la spedizione vada perduta o come in questo caso resti perennemente in lavorazione, il che significa che qualcuno l'ha fatta sparire, Paypal rimborsa sempre l'acquirente a spese del venditore.L'unica consolazione è che il mittente venditore può presentare reclamo alle Poste ed attendere di ricevere un rimborso che si aggira sui 40 euro
    ho appena finito di parlare con una funzionaria (molto cortese e molto professionale) di Paypal a Dublino (forse si sono trasferiti in Irlanda per vantaggi fiscali) che purtroppo per noi venditori ha confermato
    quello cha hai scritto tu. In caso di mancato recapito di una tracciata l' unico rimborso cui ha diritto il venditore è quello del vettore postale..........ha consigliato perciò di fare un' assicurata in caso di importi superiori agli indennizzi postali.......
    peccato che molti paesi di destinazione non accettano assicurate........arrivati a questo punto, visto che ci troviamo di fronte a una "Protezione vendite" farlocca
    a noi venditori non resta che sperare di vendere oggetti per un importo complessivo
    sui 50 euro oppure che il compratore non inoltri reclamo a Paypal per raccomandata non pervenuta e si accontenti dell' indennizzo del vettore.
    Chi vivrà vedrà........................... :whiteflag: :whiteflag: :whiteflag: :thumbdown: :thumbdown: :thumbdown: :whiteflag: :whiteflag:
  • giocardc
    3.075 messaggi
    Italia
    L'assicurata per acquisti fino a 30-35 euro credo che sia esagerato, ma con importo superiore puoi pretendere tale spesa. Ma dove non è ammessa l'assicurata, come negli USA, Germania, Regno Unito, ecc. con PayPal ci rimetti sempre.
    Devo darti ragione
    Giovanni

Unisciti alla community di collezionisti!

Registrati Collegarsi